UNA FREDDA EVOLUT CADE CONTRO BERNAREGGIO 49-59



In un gelido PalaFacchetti si è giocato il posticipo della 10^ giornata del girone di andata del campionato di C Gold Girone B.
A parte la sconfitta di Romano, che rimarrà nelle statistiche e nelle classifiche, l'unica cosa da ricordare di questa partita veramente giocata male sarà la temperatura glaciale, sia sul parquet che sulle tribune....... e fatelo un pò di tifo a sostenere sti ragazzi o i tanti supporters convenuti si sono gelati sulle sedie? la squadra ha bisogno anche del vostro calore, non solo quello del riscaldamento.
Ma veniamo alla partita, Romano si presenta col quintetto ormai classico, Raimondi, Deleidi, Ferri, Mazzanti e Carrara al quale coach Cardani contrappone Aromando, De Bettin, Menezes, Pastori e Digliuliomaria.
Il primo possesso è ospite, ma i primi due punti sono come ormai prassi di Carrara, chiamato all'arduo compito di contenere la montagna Digiuliomaria, giocatore oltre che di stazza di grande esperienza che ha calcato parquet di serie A.
Si capisce subito che sarà una partita difficile, al 5 minuto il risultato è di 7 pari, con troppe conclusioni sbagliate da entrambe le compagini, nonostante si corra molto si spadella anche, sarà la temperatura, e il quarto si chiude 12 a 11 per Romano con il solo Mazzanti che cerca di accendere la partita.
Secondo quarto con ancora le squadre che fanno fatica in attacco, si difende forte da entrambe le parti e forse gli arbitri hanno il fischietto gelato visto che per tratti sembra più pallamano che pallacanestro, con passi e difese non legali lasciate correre, quasi interpretassero la "regola del vantaggio".......Nulla di fatto, unica novità che si rivede Benassi in campo per qualche minuto, anche se ancora lontano dalla condizione visto la sua assenza dal giocato. Per Romano ancora Mazzanti che prova a mettere il turbo, con un paio di azioni di Deleidi ma è ancora troppo poco, gli ospiti trovano in Baldini quei punti che li tengono, alla fine del 1 pempo, au un solo possesso di distanza 27 a 25.
Al rientro dal riposo lungo ci si aspetterebbe una reazione, un piccolo innalzamento della temperatura della gara, invece romano è congelata. Non si capisce come mai Gualandris e compagni tirano SOLO 7 tiri in 10 minuti, tra l'altro realizzando solo 4 punti in tutto il periodo, contro i 20 degli avversari, che non racimolano molto di più, 12 punti, ma abbastanza da mettere il naso avanti e non mollare più il comando.
Ultimo quarto che inizia con gli ospiti avanti per 37 a 31, Romano prova a scuotersi. Alza le maglie in difesa e capitalizza di più in attacco, Ricci, Carrera e Ferri cominciano a vedere il canestro ma anche gli ospiti non si fanno raggiungere grazie a Digianvittorio e ancora Baldini che mette a segno 10 punti nel periodo.
Punteggio da minibasket con gli ospiti che chiudono in vantaggio 59 a 49, forse troppi 10 punti di distacco ma i ragazzi di Paris non hanno saputo riscaldare la partita bruciando le retine. Percentuali bassissime al tiro e anche pochi tiri presi, 12 in meno dei brianzoli, che spiegano il risultato e la differenza nel punteggio.
Non c è tempo per pensare, resettare il tutto e rimettersi in campo. Sabato si incontra la Gardonese, squadra ostica e fisica, serve una prova in modalità CINGHIALI MANNARI...........


FORZA CINGHIALI MANNARI


Ufficio Stampa Romano Basket