MINI BASKET ROMANO VI AUGURA UN BUON NATALE!



Mini Basket Romano: Buon Natale 2017!

Sabato  16 Dicembre … un bellissimo pomeriggio intitolato Buon Natale e Felice 2018 dalla Romano Basket!

Tutti i ragazzi del minibasket si sono ritrovati presso il palazzetto di Romano di L.dia, la culla del basket romanese. Puntuali alle 15.30,  più di 50 mini cestisti, accompagnati dai loro genitori,  fratellini, nonni, zii, ecc …. Si sono dati appuntamento volenterosi di esibire le loro abilità dinanzi a cotanto pubblico delle grandi occasioni.  Qualcuno emozionato per la propria prima volta, qualche altro più “esperto” che sapientemente ha dato le dritte giuste ai più piccoli. Tutti carichi a mille.  Ci aspettavamo un pomeriggio con qualche tiro a canestro e una merenda ….… ed invece ….. SORPRESA … un bellissimo pomeriggio ricco di giochi, regali ed una merenda che sembrava un’apericena; grazie alle fantastiche mamme e papà per la preparazione, gestione e coordinamento !!! promossi  !!!

Dopo la presentazione di rito alla giornata del Presidente Romano Basket  Luca Bulgarelli, ecco che si entra proprio nello spirito della festa.  I bambini hanno iniziato con partite, giochi, gare di abilità. Alla regia gli istruttori mini basket RICCARDO e ROBERTA. Graditissimi ospiti per l’occasione Emanuele Maioli, allenatore della C GOLD Romano Basket, e i giocatori  Enrico Mazzanti (ala forte) e Roberto Buzzini (play guardia) che non si sono risparmiati: per loro domande curiose e richieste di schiacciate …. a go go.
E dopo i nostri ragazzi, anche i genitori sono stati chiamati a sfidare il “canestro”; si invertono i ruoli, sono ora i ragazzi a tifare a piena voce i genitori. Con tanto di premio in caso di vittoria. E poi la lotteria, con in palio palloni e altri giochi …. Alla fine per tutti c’ è l’agognato regalo. Al segnale “giù i palloni” arrivano puntuali mamme e papà con apericena special ! come riassumere tutto ? Tanta allegria, un buon modo di conoscersi, di lavorare fianco a fianco, per i nostri figli. Che pomeriggio speciale!

Tutto questo è stato possibile grazie alla DIRIGENZA, alle FAMIGLIE, AI NOSTRI PICCOLI E GRANDI GIOCATORI e allo spirito di SQUADRA che contraddistingue la ROMANO BASKET!

Francesca, mamma inviata speciale

CAMPIONATI UNDER



2018:  Campionati Under – II° fase

Ecco i gironi dei campionati giovanili.

Under 16 – girone BG silver 3
Romano, Bonate Sotto, Caravaggio Bianco, Martinengo, Stezzano, Vertova, Argonauti San Paolo D’Argon, Cavenago Brianza.
Prima partita dom. 14.1.18

Under 15 – girone BG silver 1
Romano, Dalmine, Gorle, Stezzano, Lussana Bianco BG, Palaval (Paladina BG), USVS Basket Bergamo.
Prima partita sab. 13.1.18

Under 13 – girone BG bronze 3
Romano, Brignano, Excelsior BG, Gorle, Boccaleone BG, Brembate Sopra, Palosco, Ciserano.
Prima partita sab. 13.1.18

ROMANO FESTEGGIA

Pallacanestro Lissone - Evolut Romano Basket     67 - 91     Parziali   21-35, 35-49, 47-74
Pallacanestro Lissone :  Gatti 2, Degrada 15, Collini 14, Cogliati 3, Squarcina 6, Riva 3, Mladenovic 13, Morandi 4, Tedeschi 0, Grassi 10, Morse ne, Meroni 5. All. Mazzali   
Evolut Romano Basket :  Ferri 23, Buzzini 20, Benassi 16, Carrara 10, Mazzanti 0, Rottoli 0, Macchi 0, Deleidi 0, Turelli 12, Ferrari 0, Carrera 10. All. Maioli   
Romano deve essere la bestia nera di Lissone, la partita all'andata finì 85 a 69 e durò solo pochi minuti così come questa che si chiude col punteggio di 67 a 91 per gli ospiti e che, come all'andata si prendono oltre 30 punti di vantaggio durante il match.
Andiamo con ordine. Coach Mazzali schiera Gatti, Degrada, Collini, Cogliati e Squarcina ai quali coach Maioli contrappone Ferri, Buzzini, Benassi, Carrara e Mazzanti. Lissone ha tesserato Paolo Meroni mentre Romano è ancora senza Chiarello per squalifica.
Il primo ad andare a canestro è Gatti, l'ottimo giovane di Lissone, ma per lui saranno gli unici 2 punti dell'incontro e l'unico momento di vantaggio dei locali. Risponde subito Ferri con le mani infuocate da fuori l'arco, saranno 4 su 4 per lui nel primo quarto, 7 su 10 in totale e 23 punti, al quale segue Carrara, sempre con una bomba, ancora Ferri con un altro missile ed un canestro di Benassi che portano il risultato sull 11 a 2 del terzo minuto e cala il sipario su Lissone che non riesce più a trovare una via per riprendere la partita.
Continua il primo periodo e i cinghiali mannari non si fermano, Ferri, Buzzini, Benassi e Carrara spingono sull'acceleratore e insaccano 35 punti in un primo quarto. Lissone tenta più volte di trovare una via ma sbatte sempre sulla difesa avversaria, si affida all'esperienza di Squarcina che però finisce subito in riserva dopo i 6 punti realizzati, anche per lui gli unici, e a Degrada e Collini. Romano mette già 17  punti di divario tra se e i padroni di casa che chiudono poi a meno 14 col risultato di 21 a 35.
Il secondo quarto viaggia sul filo della parità, da parte Lissone è Degrada che prende in mano la situazione e mette a referto 8 punti nel periodo, coadiuvato dal nuovo acquisto Meroni, per lui esordio con i locali, che alla fine metterà a tabellino 5 punti in questo quarto. Parte Romano invece sono Carrera e Turelli che rimpinguano il risultato con un Benassi in spolvero. Risultato 14 pari e tabellone che segna 35 a 49 quando suona la sirena della pausa lunga.
Al rientro ci si aspetterebbe un cambio di tendenza da parte di Lissone, Mazzali ci avrà parlato su negli spogliatoi, invece sono ancora i bergamaschi che giocano ad un altro ritmo. Il solito Ferri mette 3 bombe, entra anche quella di Carrara che danza più volte sul ferro, Benassi insiste da sotto e Carrera non sbaglia un libero. Per i locali non c è tregua, i soliti Collini e Degrada racimolano qualcosa ma è troppo poco. Il divario è ormai al limite del trentello e tutti non vedono l'ora del suono della sirena finale visto oramai l'esito scontato dell'incontro.
Ultimo quarto dove si gioca ormai per la definizione del punteggio. Coach Maioli, dopo 5 minuti,  toglie dalla partita i protagonisti per far loro tributare il giusto applauso, quindi spazio per i giovani di entrambe le formazioni  e qualche minuto anche per i due " piccoli" di romano, Rottoli e Ferrari, che hanno cosi cominciato ad assaporare il " giusto peso" del pallone durante una partita di campionato.
Finisce 67 a 91 e i cinghiali mannari sbloccano una serie di 2 brutte sconfitte contro Pizzighettone e Cernusco, avversari diretti in classifica.
Ora la pausa Natalizia ci terrà lontani dai campi fino alla prossima partita, infrasettimanale, del 3 gennaio a Gardone contro la formazione che all'andata aveva sbatacchiato  i bergamaschi, ma poi entrata in crisi. Rinforzo di extralusso per Gardone il giocatore più alto d' Italia, Gino Cuccarolo, 2.21 mt con esperienze in serie A.
FORZA CINGHIALI MANNARI
Un augurio di Buone Feste a tutti
Ufficio Stampa Romano Basket

TRASFERTA DA DIMENTICARE

Mazzoleni BT Pizzighettone - Evolut Romano Basket     65 - 57     Parziali  16-12, 37-35, 49-51  
Mazzoleni BT Pizzighettone : Foti 15, Pedrini 14, Manini 6, Casali 2, Gerli 9, Bertuzzi 3, Severgnini 2, Presentazi 9, Baldrighi ne, Bolzoni ne, Roberti 5. All. Sabbia   
Evolut Romano Basket :  Buzzini 4, Benassi 2, Carrara 14, Mazzanti 6, Carrera 5, Rottoli ne, Macchi 1, Deleidi 9, Ferri 12, Chiarello 0, Ferrari ne, Turelli 4. All. Maioli   
L Evolut Romano torna con le pive nel sacco dalla trasferta di Soresina contro un Pizzighettone che era più che alla portata per i ragazzi di Moioli che venivano da 3 ottime prestazioni precedenti .
Coach Sabbia sceglie Foti, Pedrini, Manini, Casali e Gerli pel la palla a 2 contro Buzzini, Benassi, Carrara, Mazzanti e Carrera.
Sono subito i bergamaschi che prendono l'iniziativa con 3 conclusioni ma è Pedrini che mette i primi 2 punti, seguito da Foti ai quali risponde solo Carrara, l ex di giornata, che da solo tiene testa ai cremonesi segnando 8 punti di fila e tenendo i suoi sempre a contatto, coadiuvato da Deleidi  che mette 4 punti a referto chiudendo il primo quarto 16 a 12.
Nel secondo quarto un Chiarello troppo nervoso colleziona da subito un tecnico per proteste subito seguito da espulsione per battibecco con arbitri, che procurano ai locali 3 liberi più possesso e che portano Pizzi a più 9. Carrara trova in Ferri un alleato al tabellino ed un aiuto ancora da Deleidi per riuscire a ricucire il divario e chiudere il periodo con un possesso di svantaggio 37 a 35.
Al rientro dalla pausa lunga è Romano che sembra prendere in mano la situazione, pareggia e mette il naso avanti riuscendo a trovare qualche punto anche da Buzzini Carrera, Turelli e Mazzanti, ma forse ancora troppo poco per riuscire a costruirsi la vittoria. Pedrini e Soci comunque non ci stanno limitano i danni chiudendo 49 a 51.
L'ultimo Quarto è dei padroni di casa che trovano punti e risorse in Pedrini, molto tutelato da un arbitraggio molto più che casalingo che gli fischia il PRIMO fallo al 37 minuto, Carrera perde palloni velenosi, viziati da falli non ravvisati, e la Mazzoleni mette qualche punto che i cinghiali mannari non riescono a colmare. La ciliegina arbitrale arriva con l'ultima rimessa dove uno "scorrettissimo" Foti dopo aver segnato un canestro in contropiede, arrivando da fuori dal campo colpisce con una manata  Carrara che stava eseguendo la rimessa, prende il pallone e lo tira a canestro. La REGOLA dice che è un fallo antisportivo e ci sono anche gli estremi per un tecnico per il pallone preso e giocato, ma questo corre a  raccontare una balla all'altro  arbitro che non volendo rovinare quanto avevano fatto fin li, dopo un conciliabolo decidono per un doppio tecnico, ( mi piacerebbe sapere da quale regolamento l'han preso) chiudendo cosi di fatto anche una improbabile rimonta di Romano, con il punteggio di 65 a 57 a sancire la fine dell'incontro. 
L' Evolut  chiude la prima di ritorno con una sconfitta come all'andata. Non basta un Carrara da doppia doppia con Ferri e Deleidi in aiuto, è arrivato poco dagli altri compagni. Non si gioca sabato per indisponibilità del Palafacchetti ma palla a 2 lunedi 18 alle 21 contro Cernusco, battuto all'andata, che arriva con 2 punti di vantaggio in classifica. Serve un pronto riscatto perché i milanesi sono diretti concorrenti per l eventuale seconda fase.
FORZA CINGHIALI MANNARI
Ufficio Stampa Romano Basket

ROMANO CALA IL TRIS CONTRO SANSEBASKET

Evolut Romano Basket - Sanse Tedeschi Cremona     91 - 76     Parziali  25-18, 59-35, 76-50  
Evolut Romano Basket : Buzzini 11, Chiarello 2, Carrara 16, Mazzanti 4, Carrera 29, Rottoli ne, Macchi 4, Deleidi 3, Ferri 10, Benassi 4, Ferrari ne, Turelli 8. All. Maioli   
Sanse Tedeschi Cremona :  Delle Donne 12, De Vincenzo 17, Cocchi 5, Speronello 18, Faccioli 3, Sacchetti 2, Bodini 0, Boccasavia 17, Contini 2, Pisacane 0. All. Coccoli 
importante la partita giocata al Palafacchetti, dove Romano riceveva ospite la Sansebasket, forte compagine di Cremona, beffata la settimana prima in casa da Lissone che arrivava col coltello tra i denti per prendere 2 punti per scalare la classifica.
Romano  presenta sul parquet  lo starting five con Buzzini, Chiarello, Carrara, Mazzanti e Carrera. Sanse si presenta con Delle Donne, De Vincenzo, Cocchi, Faccioli e Speronello.
I cinghiali mannari partono subito forti, con una tripla di Mazzanti su assist di Carrara, subito seguito da un "ganciocielo" dello stesso n 14 ( MVP con 16 punti, 10 rimbalzi e 27 di valutazione) ai quali risponde Cocchi con una tabellata da 3. Si unisce subito alla partita anche Carrera con 2 su 2 da 3 ( alla fine segnerà 29 punti con 6 su 9 da 3 e 25 di valutazione per lui) che fa impazzire la difesa avversaria, con anche Benassi  e Turelli che si mettono in partita con 2 canestri a testa e con una bomba di JaJo Macchi che oramai non si può più considerare come una sorpresa. Per Cremona De Vincenzo e Speronello, con un ottimo Boccasavia ( forse il migliore tra i suoi) che si iscrivono a referto e Faccioli, che è costretto dopo 8 minuti ad abbandonare la partita per una scavigliata, chiudono il primo quarto col punteggio di 25 a 18.
Ma è il secondo quarto quello in cui Romano letteralmente vola, con i cremonesi che non sanno più come arginare i locali. Carrera accende il turbo, un rientrante Ferri castiga da oltre l'arco e Buzzini spolvera doti balistiche già viste con Iseo. Gli ospiti si vedono doppiati nel punteggio, con un divario che arriva a sfiorare il trentello. Per Romano c è una piscina al posto del canestro, tira con percentuali altissime e la palla gira come un mulino, Cremona si affida ai suoi tre realizzatori che limano qualcosa nello svantaggio chiudendo 59 a 35.
Coach Coccoli nello spogliatoio probabilmente avrà strigliato i suoi che si presentano sul campo con una faccia diversa, mentre i locali pensavano già di spegnere le luci ed andarsi a bere una birra. E' Delle Donne che suona la carica con Sacchetti e occhi a dar man forte ai soliti Speronello e Boccasavia. Ma Stavolta il turbo lo mette Carrara che in un amen ne mette 7 e con Ferri ancora mortifero rimette oltre 20 lunghezze a metà del tempo per poi portare con Buzzini il risultato sul 76 a 50 del penultimo periodo.
L'ultimo quarto si presenta come se fosse una pura formalità per i cinghiali mannari, che già pregustano in anticipo la birra fresca, visto che erano arrivati a 31 di vantaggio, invece i meningreen tirano fuori le unghie e cominciano a bombardare il canestro romanese che insacca tutto quello che gli inviano. La panchina locale sembra non preoccuparsi più di tanto, in quanto già aveva messo nell'armadio il duo Carrara/Carrera, Chiarello e Mazzanti ed ha continuato pensando di arrivare in fondo con le mani su dal manubrio. Ma al meno 12, quando mancano ancora 4 minuti alla fine, tutta Romano si risveglia e decide che è meglio rimetterle le mani sul manubrio e tenerle ben salde fino alla sirena. Schiera in campo tutti i "dormienti", Ferri prima e poi Carrera con  tiri pesanti  riportano in equilibrio il gioco arrivando sotto lo striscione del traguardo con 15 punti di vantaggio, 91 a 76.
Anche questa partita, come con Iseo, si sono visti bei giochi da parte di Romano, tutti i giocatori scesi sul campo sono andati a punti segno di un gioco corale che coinvolge ogni partecipante. Bene anche la difesa, soprattutto i primi 3 quarti che poco o nulla hanno concesso agli ospiti se non prendersi conclusioni da fuori.
Finisce il girone di andata con un filotto di 3 vittorie consecutive, 14 punti in classifica che al momento valgono la zona playoff. Ma è troppo presto per pensarci, Sabato trasferta a Soresina per incontrare la forte Pizzighettone che all'andata si prese la vittoria per 3 punti. Bisogna continuare e tentare di alzare ancora la prestazione .............Per battere un tris serve un Poker!!!!
FORZA CINGHIALI MANNARI
Ufficio Stampa Romano Basket